Il giardino di Ninfa
Introduzione al giardino inglese
Visite guidate per i privati
Visite guidate per le scuole
Prenotazioni
Immagini

IL MONUMENTO NATURALE GIARDINO DI NINFA

Storicamente il giardino è una realtà artificiale estremamente vulnerabile, composto da elementi naturali ma avvoltoda un alone di irrealtà. Il termine artificiale, in questo caso, significa accostato con arte: artificiali sono gli accostamenti delle presenze vegetali che convivono in questo luogo, anche se in origine provenivano da continenti diversi. Il giardino unisce, dunque, arte e natura, in una combinazione unica spesso contrastante che, tuttavia, non può non considerare che gli attori principali del giardino sono le piante, esseri viventi ancorati al terreno.
Il giardino di Ninfa è stato definito un giardino all'inglese, ma questa definizione appare insufficiente a chiarirne l'unicità. Il giardino di Ninfa è il trionfo del giardino romantico, reso possibile grazie alla magia del luogo, alle sorgenti d'acqua, al clima e alla presenza delle rovine del villaggio medievale di Ninfa.
Si diceva in precedenza del carattere di vulnerabilità del giardino in quanto ambiente legato alla manutenzione periodica da parte dell'uomo, per non perdere gran parte delle piante meno robuste, ma bisogna considerare, anche che per formarsi e completarsi il giardino necessita di tempo. L'impostazione inglese del giardino di Ninfa ha prodotto che il succedersi delle stagioni venga scandito attraverso i colori delle essenze arboree sapientemente miscelate dalla mano dell'uomo. Nel giardino inglese le presenze naturali non sono seconde a quelle architettoniche, ma sono dominanti o semmai alla pari; la natura non si subordina al costruito, ma è una realtà figurativa autonoma. Ninfa rappresenta in pieno questa scelta: le presenze arboree rivestono nel parco un ruolo prioritario rispetto alle superstiti presenze architettoniche.
Altra caratteristica del giardino all'inglese è che i percorsi non presentano alcun andamento geometrico: i tracciati sono sinuosi e senza gerarchie. La piantumazione è a schema libero, per favorire la creazione di effetti di luce, penombre e ombre molto variabili, spontanee e naturali; il giardino inglese è il giardino della fantasia e dell'immaginazione.
E' probabile che Ninfa, luogo ricco di acque e dal clima mite, riparato dai venti, sia sempre stato ricco di vegetazione sia coltivata che spontanea. L'impostazione attuale del giardino si deve a più persone in tempi diversi; Gelasio Caetani, intraprendendo il restauro delle rovine di Ninfa, individuò la possibilità di fare di questo luogo la residenza estiva della famiglia. L'attuale giardino è stato concepito tra il 1910 e il 1922, e di quel periodo sono tutti i grandi alberi esistenti ( cipressi, cedri, lecci, pioppi ).
Negli anni '30 è intervenuta nel giardino la moglie del Duca Roffredo Caetani, Margherita Chapin, la quale introdusse le essenze arboree più rare ( rose, ciliegi da fiore e meli ). La svolta dei giardini si ebbe con Lelia Caetani che dal 1950 in poi ridisegnò il giardino in funzione puramente estetica. Lelia amava le tonalità morbide e il particolare, il piccolo: fece collocare numerose magnolie, un giardino roccioso dalla fioritura molto contenuta, le Clematidi e le rose rampicanti compatibili con la conservazione delle rovine.
Ninfa è dunque un bene culturale comune; è lo sforzo di recuperare la storia, della conservazione ed esaltazione di ciò che ad essa appartiene, ma anche il gusto estetico di una famiglia raffinata ed intelligente. Ninfa è un bene naturale e culturale non ripetibile, tutelato e preservato dalla Fondazione Roffredo Caetani, fondata da Lelia nel 1972. Ninfa è fruibile dal 1966; le radici dell'apertura al pubblico di una residenza privata nascono non da motivazioni economiche, bensì dall'unico scopo di rendere partecipi gli altri di farla conoscere ed apprezzare. Questo ha condotto ad alcune scelte gestionali legate alla conservazione del bene: visite esclusivamente guidate e a tempo, per alleviare l'impatto che l'uomo naturalmente ha nei confronti della natura. Oggi possiamo dire che l'obiettivo della conservazione e della fruizione è stato raggiunto. Il Giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale nel 2000 dalla Regione Lazio.


Indirizzo: Giardino di Ninfa - Doganella di Ninfa - Via Provinciale Ninfina, 68 - 04012 Cisterna di Latina (LT)


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina

Il Giardino di Ninfa - Visite per privati

Aperture 2015

Apertura al pubblico il primo SABATO e DOMENICA del mese da APRILE a OTTOBRE. Eccezionalmente sarà aperto anche tutte le domeniche di aprile e maggio. Terza domenica di Giugno e altri giorni festivi di apertura sono indicati nell’elenco sottostante.

Orari di visita

Gli orari sono i seguenti:

Aprile, Maggio, Giugno: 9:00 / 12:00 * 14:30 / 18:00

Luglio, Agosto, Settembre: 9:00 / 12:00 * 15:00 / 18:30

Ottobre, Novembre: 9:00 / 12:00 * 14:00 / 16:00

Ottobre – Novembre: 9:00 – 12:00 * 14:00 – 16:00


Giorni di apertura

Aperture 2015

Sabato Domenica Festività
APRILE 4 5 / 12 / 19 / 26 6 e 25
MAGGIO 2 3 / 10 / 17 / 24 / 31 1
GIUGNO 6 7 / 21 2
LUGLIO 4 5
AGOSTO 1 2 15
SETTEMBRE 5 6
OTTOBRE 3 4
NOVEMBRE 1
    Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina

INGRESSO e INFORMAZIONI

L'ingresso è regolato esclusivamente da visite guidate, senza prenotazione, con partenza ogni dieci minuti. La visita guidata dura un'ora circa e al suo termine non è possibile trattenersi nel Giardino, ma è possibile visitare l'hortus conclusus, un giardinetto all'italiana risalente al XVII secolo, dall'impianto regolare, caratterizzato da un agrumeto e vasche con cigni. Ricordiamo che, secondo Regolamento, all'interno del Giardino non è possibile pranzare al sacco o fare un pic-nic.
Le visite guidate sono garantite anche in caso di pioggia.otelle.
I cani sono ammessi purchè al guinzaglio corto e con gli appositi sacchettini. 
Una volta acquistato il biglietto, l'ingresso con visita guidata è garantito anche oltre l'orario di biglietteria sopraindicato. Ricordiamo che le visite guidate partono ogni dieci minuti circa.

Visita Guidata

Sono consentite visite straordinarie in qualsiasi periodo dell?anno per gruppi composti da minimo 30 partecipanti.

CONTRIBUTI D'INGRESSO applicati nelle giorni di apertura al pubblico.

 Individuale, non valido per i gruppi

 € 10

Minori al di sotto degli 11 anni accompagnati da un genitore
Non valido per i gruppi

Gratuito

Hortus Conclusus
facoltativo

€ 2


NINFA GRUPPI - INFORMAZIONI

I gruppi, composti da un minimo di 30 partecipanti, possono visitare il Giardino di Ninfa qualsiasi giorno dell’anno al di fuori dei giorni di apertura al pubblico (vedi la pagina Visita il Giardino di Ninfa del nostro sito). La prenotazione è obbligatoria, concordando giorno ed orario d’ingresso con l’ufficio prenotazione. I gruppi dei centri anziani dovranno essere composti da un minimo di 45 visitatori. La visita è esclusivamente guidata e dura un’ora circa. Nello stesso giorno è possibile visitare anche il Castello Caetani di Sermoneta o il Parco Naturale Pantanello, quest'ultimo solo nella stagione autunnale.

Per prenotare

La prenotazione per gruppi è obbligatoria inviando la richiesta all’ufficio prenotazione via email a caetani.giardinodininfa@panservice.it. Nella richiesta specificare il giorno, il numero dei partecipanti e si prega, per fini organizzativi, fornire un recapito telefonico che potrà essere contattato anche il giorno di visita.

CONTRIBUTO GRUPPI

I contributi sono da intendersi a persona e comprendono la guida.

Gruppi
minimo 30 visitatori
*

8,00 p.p.


Centri anziani
minimo 45 visitatori
**


€ 5,00 p.p.


Per i minori al di sotto degli 11 anni presenti nel gruppo
- da 0 a 4 anni
- da 5 a 10 anni




gratuito
€ 4,00 p.p.

* I gruppi composti da un numero inferiore ai 30 partecipanti (minori compresi), dovranno garantire un contributo d?ingresso totale pari a ? 240,00.
** I gruppi dei centri anziani composti da un numero inferiore ai 45 partecipanti, dovranno garantire un contributo d?ingresso totale pari a ? 200,00.

PAGAMENTO

Il pagamento si effettua sul posto.

Il Giardino di Ninfa - Visite guidate per Scolaresche

Aperture 2015

Le visite guidate per le scolaresche si svolgono nei mesi di aprile e maggio, nei giorni di lunedì e mercoledì. Le visite guidate per le scolaresche si svolgono nei mesi di aprile e maggio, il lunedì e mercoledì la mattina con orario 9.00-12.00, il pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00.

APRILE

1 / 8 / 13 / 15/ 20 / 22 / 27 / 29

MAGGIO

4 / 6 / 11 / 13/ 18 / 20 / 25 / 27

La visita guidata dura circa 45 minuti, durante la quale sono illustrate le specie botaniche del Giardino e narrata la storia della sua realizzazione. Al termine della visita guidata non è possibile rimanere all’interno del Giardino.

Contributo alunni

Contributo per alunno, comprensivo di guida: € 5,00
Alunno diversamente abile, ed accompagnatore: gratuito
Genitori: € 8,00

Il Giardino di Ninfa - Come prenotare

Per prenotare

La prenotazione è obbligatoria contattando la LIPU di Latina con la quale sarà possibile concordare il giorno, il numero dei partecipanti e si prega, per fini organizzativi, fornire il recapito telefonico di un’insegnante che accompagnerà la classe il giorno della visita. LIPU di Latina: tel. 0773484993 / mob. 3273860129 fax 0773/473486 email info@lipulatina.it

Il Giardino di Ninfa - Pagamento

L’ufficio di prenotazione comunicherà le coordinate bancarie per effettuare il pagamento. Importante: il giorno della visita presentare il biglietto originale o in copia. In caso di mancata visita, il bonifico non sarà rimborsabile.

NOTA BENE – REGOLAMENTO VISITE GUIDATE

  • una volta concordato il giorno di visita non è possibile spostare l?ingresso dal mattino al pomeriggio, o viceversa, senza preventiva comunicazione;
  • specificare il numero dei partecipanti, adulti compresi All?atto della prenotazione;
  • all’arrivo presentarsi al personale del punto accoglienza, situato nel parcheggio, nei pressi dell’area d’ingresso, che vi comunicherà l’esatto orario d’ingresso. Vi ricordiamo che le visite guidate sono gestite secondo l’ordine di arrivo;
  • ogni 25 studenti, 3 accompagnatori hanno la gratuità;
  • per ogni genitore che si aggiunga al gruppo, il contributo d’ingresso è di € 8,00;
  • consigliamo di indossare un cappellino per il sole, scarpe comode, e di portare una borraccia d’acqua.
  • all’interno del Giardino si prega di usare un tono di voce moderato e di comportarsi in modo consono all’ambiente che si sta visitando;
  • all’interno del Giardino è vietato portare palloni, raccogliere fiori o piante
  • tutti i sentieri sono percorribili in caso di pioggia
  • in condizioni meteo particolarmente avverse, nel caso in cui la visita guidata non sia partita da più di venti minuti, ossia non si sia stato superata la metà del percorso, si potrà concordare un’altra visita guidata con il personale del centro di accoglienza.

Download file della guida per le scuole 2015


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina

L’AREA RINATURALIZZATA DI PANTANELLO NEL MONUMENTO NATURALE GIARDINO DI NINFA

Su un'area di circa cento ettari, all';interno dell’Oasi di protezione per la fauna nel comprensorio di Ninfa, a partire dalla metà degli anni novanta sono stati realizzati un impianto boschivo ed un sistema di aree umide per agevolare la sosta e la nidificazione dell’avifauna.
E’ stata, altresì, lasciata o reintrodotta la vegetazione tipica dell’area, allo scopo di ricreare un ambiente umido che, già ampiamente diffuso nella ex palude pontina fino agli anni trenta, oggi è sostanzialmente scomparso o identificabile solo in alcuni relitti. Si è, cioè, attuata una rinaturalizzazione, un incremento della qualità e quantità di natura originaria, in una porzione di territorio che, pur ricadendo in un contesto di elevato valore storico-paesaggistico, si presentava fortemente modificato. Tuttavia, va precisato che non si è voluto “costruire” un ambiente selvaggio, bensì creare “nuova natura” nei luoghi in cui essa un tempo viveva, in omaggio a diverse finalità, e, in particolare, la creazione di nuovi habitat favorevoli al recupero di aree marginali, di bordi e canalizzazioni da erigere a neo-ecosistemi, indispensabili per la creazione di una rete ecologica.
Le aree umide, che coprono circa 15 ettari, sono caratterizzate da differenti valori ecologici, ad iniziare dal recupero e reinsediamento di specie vegetali autoctone (Progetto Flora Pontina) sopravvissute all’antropizzazione in singoli e limitati settori della pianura, e il cui salvataggio costituisce un grande valore culturale e per la biodiversità. L’area si trova sulla traiettoria di una delle principali rotte migratorie percorse da uccelli che, provenienti da paesi africani, si trasferiscono in varie aree dell’Europa: qui essi trovano sicuro rifugio per la necessaria sosta ristoratrice e, per alcune specie, anche per la nidificazione.
L'assetto naturalistico, già operativo con i boschi e le aree umide, ha cominciato a rispondere subito agli scopi per cui è stato creato: si sono, difatti, registrati arrivi di anatre selvatiche come Alzavole, Germani reali, Canapiglie e poi Aironi, Pavoncelle e uccelli rari, come alcune specie di rapaci, che vi trovano un nuovo, insperato rifugio. L’area rinaturalizzata che, insieme al giardino storico, costituisce il Monumento Naturale “Giardino di Ninfa” istituito nel 2000 dalla Regione Lazio, è destinata anche ad assolvere a una funzione scientifico-didattica attraverso programmi di studio e di monitoraggio da svolgere in collaborazione con istituti di ricerca, nazionali e internazionali. Parte dell'area è, altresì, fruibile per corsi mirati destinati a scuole in collaborazione con l'Agenzia Regionali dei Parchi (ARP) per la formazione ecologica di &mini-guide. L’importanza socio-culturale di tale azione, anche in funzione di una valorizzazione dei territori circostanti, è stata raccolta dalla Regione Lazio che la sostiene.
Area di Pantanello, turni di visita (solo a seguito prenotazione)

VISITE GUIDATE 2014 – 2015

Il Parco è aperto tutte le domeniche – su prenotazione – con una visita guidata alle ore 10.00.

Calendario aperture

Dicembre 14 -21 -28
Gennaio 4 -11 -18 -25
Febbraio 1-8 -15 -22
Marzo 1- 8 -15 -22 -29

Gruppi privati - Informazioni

I gruppi (minimo 20 partecipanti) possono visitare il Parco di Pantanello qualsiasi giorno dell’anno sempre su prenotazione con visita guidata delle durata di 2 ore e 30 minuti circa. Al termine della visita guidata non è possibile rimanere all’interno del Parco.

PRENOTARE

La prenotazione è obbligatoria contattando la Fondazione Roffredo Caetani all’indirizzo email caetani.monumentonaturale@panservice.it oppure la LIPU di Latina – tel. 0773 48 49 93, 327 3860129 info@lipulatina.it

CONTRIBUTO GRUPPI

I contributi sono da intendersi a persona e comprendono la guida.

Individuale

minimo 20 partecipanti € 6,00

Minori al di sotto degli 11 anni accompagnati da un genitori: grutuito

PAGAMENTO

Il pagamento si effettua sul posto.

Scuole

VISITE GUIDATE 2014 – 2015

INFORMAZIONI

Le scolaresche possono visitare Pantanello qualsiasi giorno dell’anno. La visita guidata dura circa 2 ore e 30 minuti particolarmente adatta per le scolaresche poiché si concentra sull'educazione ambientale ed il birdwatching.

PER PRENOTARE

La prenotazione è obbligatoria contattando la Fondazione Roffredo Caetani all’indirizzo email caetani.monumentonaturale@panservice.it oppure la LIPU di Latina – tel. 0773 48 49 93 / 327 3 60 129 email info@lipulatina.it

CONTRIBUTO ALUNNI

Contributo per alunno, comprensivo di guida: € 5,00

Alunno diversamente abile, ed accompagnatore: gratuito.

PAGAMENTO

Il pagamento si effettua sul posto. Attualmente non disponiamo di un POS. Per altre modalità di pagamento, concordarle al momento della prenotazione.

La prenotazione è obbligatoria inviando un'email a info@lipulatina.it

Parco Naturale Pantanello - Strada Provinciale Ninfina, 66 - Doganella di Ninfa - 04012 Cisterna di Latina (LT)

L'ingresso dell'area rinaturalizzata di Pantanello si trova sulla Via Provinciale Ninfina, 66 a Doganella di Ninfa (LT).
Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare la LIPU di Latina anche presso il recapito 327 3860129.
Download guida in pdf
Brochure Oasi di Pantanello


">LIPU Latina
delegato@lipulatina.it
www.lipulatina.it
Tel.: 0773/4849993


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina