News, consultazione


BRACCONAGGIO: AL VIA IL NUOVO CAMPO LIPU IN PROVINCIA DI CAGLIARI

12/12/2013

25 volontari si alterneranno su due turni fino al 21 dicembre
per rimuovere trappole e reti e salvare tordi e pettirossi
 
Vengono dal Nordeuropa dove hanno nidificato la scorsa estate; fanno tappa in Sardegna per far scorta di cibo nella macchia mediterranea; infine ripartono verso l’Africa per completare la migrazione. Migliaia di uccelli come tordi, pettirossi e merli, però, in Africa, non arriveranno mai. Perché saranno uccisi nel cagliaritano dalle trappole e reti dei bracconieri, che poi li rivenderanno illegalmente ai ristoranti locali per la preparazione di piatti “tipici” in vista delle festività natalizie.
Per combattere questo odioso quanto cruento e illegale fenomeno parte domani il campo antibracconaggio della Lipu-BirdLife Italia: fino al 21 dicembre 25 volontari da tutta Italia percorreranno i sentieri del basso Sulcis alla ricerca di trappole e reti da distruggere, in collaborazione con i Carabinieri  e il Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Sardegna.
Il campo si svolge nell’ambito del progetto europeo Life+ Safe Haven for Wild Birds (Rifugi sicuri per gli uccelli) volto a ridurre, attraverso l’informazione e l’educazione, il fenomeno del bracconaggio in tre specifiche aree d’Europa: oltre al Sulcis, le isole Ione (in Grecia) e le province di Catalogna, Valencia e Aragona (Spagna). Il progetto, coordinato dalla LIPU-BirdLife Italia, e realizzato con i partner di BirdLife International Hos (Grecia), Seo (Spagna) e con l’agenzia di comunicazione J.Walter Thompson, è giunto al secondo anno di attività e prevede numerose iniziative che coinvolgono le popolazioni locali e le scuole della provincia di Cagliari, con lo scopo di sensibilizzare la popolazione e renderla più consapevole dell’importanza della tutela della natura. A sostegno degli eventi sul territorio è inoltre partita una campagna di comunicazione con spot radiofonici, pubblicazioni sulla stampa e la realizzazione di un sito web (www.leavingisliving.org), scritto in quattro lingue, da cui è possibile scaricare i materiali informativi del progetto.
Ogni anno, nel periodo autunnale e invernale, il Sulcis vede la cattura illegale di migliaia di piccoli uccelli migratori. Una strage (si stimano almeno 300mila uccelli selvatici uccisi all’anno) che colpisce anche mammiferi e rapaci, animali particolarmente protetti dalle leggi.  Dal 2005 a oggi i volontari Lipu hanno rimosso oltre 90mila trappole e segnalato diverse persone all’autorità giudiziaria.
"Anche quest'anno la Lipu presidia i boschi del Sulcis - ha dichiarato Danilo Selvaggi, direttore generale LIPU - per difendere gli uccelli migratori e il loro diritto a vivere e viaggiare. Con le forze dell'ordine, vigileremo per impedire il maggior numero possibile di atti illegali nei confronti dei piccoli migratori, sicuri di raggiungere, una volta ancora, grazie ai nostri coraggiosi volontari, ottimi risultati. Un grande aiuto ci viene dal progetto Life, che ci permette anche di rafforzare nella popolazione la consapevolezza del problema e stimolare il cambiamento di talune cattive abitudini da tempo radicate in una parte, marginale ma coriacea, della cultura locale".



Ufficio stampa LIPU Birdlife Italia
ufficiostampa@lipu.it
www.lipu.it
0521.1910706


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina