News, consultazione


ISCHIA: BLITZ ALL’ALBA DI FORESTALE E GUARDIE LIPU. CENTINAIA DI CARTUCCE E TRAPPOLE SEQUESTRATE. LETTERA DELLA LIPU AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI NAPOLI: “SULLE ISOLE E’ CACCIA APERTA, DOVE SONO GLI AGENTI PROVINCIALI”?

09/05/2011

Erano ben nascoste nelle buche del Monte Epomeo, e precisamente nel comune di Forio d’Ischia (NA) in località Punta Pelara, le circa 500 cartucce per uso caccia, di vario calibro, e una rete per l’uccellagione a quaglie sequestrate stamattina dagli agenti del Coordinamento provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Napoli affiancati dalle guardie della LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli).
Durante le operazioni di pattugliamento sono state rinvenute nel comune di Casamicciola in località Pietra dell’acqua anche alcune decine di trappole a scatto pronte per l’uso, con lo scopo di uccidere piccoli uccelli insettivori. 
Tutto è iniziato alle prime luci dell’alba quando gli agenti e le guardie LIPU di Ischia, Procida e anche provenienti da Parma, hanno avviato una perlustrazione delle zone battute dai bracconieri dove si sentivano richiami elettroacustici con il verso della quaglia attivi sui crinali delle colline. Alcuni soggetti sospetti, accortisi degli agenti, si sono allontanati rapidamente e nel corso delle verifiche sul campo sono state rinvenute le munizioni che erano sotterrate in alcune buche utilizzate dai cacciatori di frodo anche per nascondere fucili, spesso rubati e con matricola abrasa.
“L’isola è disseminata di richiami elettromagnetici e si sente sparare come se fosse caccia aperta” denuncia la LIPU, che ringrazia il nuovo Coordinatore provinciale del Corpo Forestale dello Stato, dottor Sergio Costa, per aver disposto servizi antibracconaggio sull’isola con personale altamente specializzato.
“Ci domandiamo cosa faccia la Provincia di Napoli nel contrastare tale fenomeno e ci farebbe piacere conoscere il numero di servizi antibracconaggio disposti dall’Ente in questi giorni e anche i risultati conseguiti nelle isole di Procida, Capri e Ischia e in penisola sorrentina” denuncia Fulvio Mamone Capria, Vice Presidente LIPU-Birdlife Italia in una lettera inviata al Presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro.
“Non è pensabile – continua Mamone Capria – che solo alcune Forze dell’Ordine e i volontari contribuiscano a reprimere questo fenomeno che resta una vergogna dal punto di vista ambientale e sociale, con gravi ripercussioni sulla biodiversità nonché sulle attività economiche di queste importanti località turistiche. La polizia provinciale venga impegnata correttamente sul territorio contro le aggressioni ambientali e non per parate e inutili piantonamenti”.



Ufficio stampa LIPU Birdlife Italia
ufficiostampa@lipu.it
www.lipu.it
0521.1910706


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina