News, consultazione


OMICIDIO VASSALLO, LIPU: VUOLE ANCHE ESSERE UN AVVERTIMENTO A CHI INTENDE OPERARE NELLA LEGALITA, URGENTE L’INTERVENTO DELLO STATO. “SI ATTIVI UNA TASK FORCE CONTRO LE ECOMAFIE”

16/09/2010

“E’ stato abbattuto un simbolo della buona amministrazione e un amico dell’ambiente: lo Stato ora deve reagire con determinazione”. C’è incredulità e preoccupazione alla LIPU-BirdLife Italia il giorno dopo l’uccisione del sindaco “ambientalista” di Pollica, Angelo Vassallo.

“Alla ovvia e durissima condanna di un gesto tanto grave e vile – dichiara Fulvio Mamone Capria, vicepresidente LIPU - e alla vicinanza che esprimiamo al Consiglio Comunale di Pollica e alla famiglia del Sindaco ucciso, aggiungiamo la richiesta di più mezzi per forze dell’ordine e magistrati.

“Al ministro della Giustizia e alla Procura di Vallo della Lucania rivolgiamo l’invito ad attivarsi per costituire una Task force, di magistrati, forze dell’ordine, tecnici, che possa operare contro le ecomafie, stanare i reati contro l’ambiente e contrastare ogni tentativo di infiltrazione della criminalità organizzata nell’edilizia di qualità e nei fondi europei per la gestione di opere pubbliche integrate con l’ambiente.

“L’omicidio di Angelo, che conoscevo di persona e di cui ho apprezzato le doti di trasparenza e passione verso la legalità e l’ambiente – prosegue Mamone Capria - vuole essere un avvertimento per tutti coloro che vogliono mettersi contro gli interessi dell’ecomafia, dell’abusivismo e dell’appropriazione illegale dei litorali. Serve un intervento forte, che impedisca la distruzione del Cilento e delle sue ricchezze paesaggistiche e ambientali, così come di ogni altra parte d’Italia”.



LIPU
andrea.mazza@lipu.it
www.lipu.it


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina