News, consultazione


AMBIENTE: CRESCE IN SIRIA L'ULTIMA PICCOLA COLONIA ORIENTALE DI IBIS EREMITA. TRE PICCOLI NATI NEL 2006 SONO MIGRATI IN ETIOPIA DOVE STANNO SVERNANDO. PROSEGUE CON SUCCESSO IL PROGETTO DI BIRDLIFE INTERNATIONAL.

21/02/2007

Il 28 aprile il progetto riceverà un contributo di 5mila euro dalla International Po Delta Birdwatching Fair di Comacchio. Marco Lambertini: "E' una lotta contro il tempo". Sei giovani nati nel 2006 dalle ultime due coppie di Ibis eremita nidificanti nel deserto della Siria stanno svernando in Etiopia, dove sono arrivati dopo un viaggio migratorio di 3mila chilometri attraverso Arabia Saudita e Yemen. Lo annunciano la LIPU e BirdLife International, quest?ultima impegnata, dal 2004, a salvare l?ultima popolazione orientale di Ibis eremita, scoperta dal ricercatore Gianluca Serra nel 2002 grazie a un progetto FAO finanziato dalla Cooperazione italiana. Il progetto riceverà il prossimo 28 aprile un contributo di 5mila euro dalla International Po Delta Birdwatching Fair di Comacchio, che anche quest'anno ha deciso di sostenere uno dei progetti internazionali di conservazione di BirdLife International dopo quelli già appoggiati nelle precedenti edizioni della Fiera ed effettuati in Argentina, Ucraina e Cina. Dopo il successo conseguito in Marocco per salvare la popolazione occidentale di Ibis, BirdLife International intende proseguire anche in Medio Oriente un'impresa che all'inizio pareva disperata. Dalle tre coppie riproduttive del 2002, infatti, la popolazione siriana dell'Ibis eremita, considerata estinta da 70 anni, si era ulteriormente ridotta nel 2004 a sole due coppie, dopo l'uccisione di un esemplare da parte di un bracconiere e il mancato ritorno dalla migrazione di un altro esemplare. Ma nel 2006 la nascita dei sei giovani ha ridato nuove speranze alla salvaguardia della colonia, l'ultima orientale dopo l?estinzione di quella turca che si verificò nel 1989. Dopo aver dotato di trasmettitore satellitare tre individui della colonia, BirdLife International scoprì che gli Ibis si recavano in Etiopia per passare l'inverno, un fatto fino ad allora sconosciuto ma che si sta dimostrando molto utile per la salvaguardia della colonia: un team di ricercatori della RSPB (Royal Society for the protection of Birds) e BirdLife International lo sta monitorando in Africa, mentre anche l?associazione aderente a BirdLife International nello Yemen è stato coinvolta per assicurare protezione durante il passaggio migratorio. "Stiamo per firmare con il Ministero dell'Agricoltura siriano - dichiara Marco Lambertini, Direttore Network and Programme di BirdLife International - un accordo per la sorveglianza continua della colonia durante la riproduzione e grazie al monitoraggio satellitare avvieremo la ricerca di nuove possibili colonie anche in altri Paesi medio-orientali e africani. E' una lotta contro il tempo per salvare la specie dall'estinzione, ma i primi risultati sembrano dare speranza affinché si possa vincere questa sfida".



LIPU
andrea.mazza@lipu.it
www.lipu.it


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina