News, consultazione


BIODIVERSITA': LA LIPU SOTTOSCRIVE LA CARTA DI ROMA PER IL PATRIMONIO MARITTIMO. "TUTELARE GLI UCCELLI MARINI COME BERTE E UCCELLO DELLE TEMPESTE E I LORO SITI DI RIPRODUZIONE"

09/03/2007

La firma questa mattina al Salone della nautica in corso alla Fiera di Roma .Salvaguardare la biodiversità degli ecosistemi marini, degli uccelli pelagici e dei loro siti di riproduzione. Con questo intento la LIPU-BirdLife Italia ha sottoscritto questa mattina a Roma, in occasione del Salone della nautica, la "Carta di Roma per il patrimonio marittimo", un protocollo che si pone l'obiettivo di salvaguardare il patrimonio marittimo del nostro Paese, dai beni demaniali al patrimonio archeologico fino alla pesca. <> Un lavoro, quello sulle aree marine, che la LIPU sta già portando avanti con il progetto "IBA", ossia le aree importanti per gli uccelli, che cerca di salvaguardare le specie di volatili e l'habitat dove sostano e si riproducono. Gli uccelli selvatici sono un importante indicatore dello stato dell'ambiente, e in questo caso specie come Berta maggiore, Berta minore e Uccello delle tempeste possono darci molte informazioni sulla salute degli ecosistemi marini. Da qui l'esigenza e l'urgenza della loro salvaguardia, anche perché si tratta di specie presenti nella Lista rossa come"vulnerabili". La Carta di Roma per il Patrimonio marittimo è stata firmata in occasione dell'inaugurazione di Pelagos, il festival Internazionale dell'Immagine Sottomarina.



LIPU
andrea.mazza@lipu.it
www.lipu.it


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina