News, consultazione


LISTA ROSSA UCCELLI, SALE A OLTRE 1.200 IL NUMERO DI SPECIE A RISCHIO D’ESTINZIONE A LIVELLO GLOBALE.LIPU e BIRDLIFE INTERNATIONAL: “INVESTIRE SUBITO IN PIANI D’AZIONE” Distruzione dell’habitat, inquinamento e specie aliene i rischi per gli uccelli.

23/05/2007

1.221 specie di uccelli minacciate di estinzione, e altre 812 che rischiano di diventarlo entro breve termine. Sono i dati resi noti dalla LIPU-BirdLife Italia e tratti dalla nuova Lista Rossa sugli uccelli, redatta come ogni anno da BirdLife international e che rappresenta la Lista Rossa 2007 dell’IUCN sugli uccelli (lancio previsto Settembre 2007). Lo studio di BirdLife International, effettuato sui trend e sulle dimensioni di popolazione appartenenti a 10mila specie di uccelli selvatici in tutto il mondo, lancia l’allarme: oltre un quinto delle specie al mondo, pari al 22% del totale, rischiano di scomparire dal pianeta a causa del degrado e della scomparsa degli habitat, dell’invasione di specie aliene, dell’ambiente sempre più sfruttato e inquinato. Grande preoccupazione, in particolare – sottolinea la LIPU – per cinque specie di avvoltoio che entrano a far parte delle specie più minacciate: tra di esse il Capovaccaio, nidificante anche in Italia con pochissime coppie e già presente nella Lista Rossa italiana, e il Grifone di Ruppel. Gli avvoltoi sono minacciati, oltre che dal declino o dalla scomparsa dell’habitat in cui vivono, dagli avvelenamenti e dalla scarsa disponibilità di cibo, costituita dalle carcasse di ungulati selvatici deceduti. Grave la situazione anche degli albatross, oggetto da anni della campagna internazionale “Save the albatross” di BirdLife International, con ben 19 specie su 22 minacciate di estinzione per colpa della pesca intensiva effettuata con “palamiti”: 300mila albatross ogni anno restano impigliati negli ami e muoiono annegati. Tra le più minacciate al mondo ci sono anche molte specie di uccelli delle isole oceaniche, che soffrono la massiccia presenza di specie aliene. <>. Infatti, mentre cresce il numero di specie incluse nella Lista Rossa – sottolinea la LIPU – altre specie beneficiano di piani specifici d’azioni e sono in ripresa: è il caso del Parrocchetto Echo (psittacula eques), un pappagallo che vive nelle Mauritius e che ha beneficiato di uno specifico piano d’azione costituito dal rilascio di esemplari nati in cattività, di controllo dei predatori, di nidi artificiali per aiutarne la riproduzione. O come un albatross (procellaria conscipillata), che nidifica in Sudamerica, e che da “criticamente minacciato” e passato a “vulnerabile”: dalle 1.000 coppie degli anni Ottanta è passato a 38mila del 2004 grazie alla protezione del suo unico sito di nidificazione, l’Isola di Tristan da Cunha.



Ufficio stampa LIPU Birdlife Italia
ufficiostampa@lipu.it
www.lipu.it
0521.1910706


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina