News, consultazione


CACCIA E INCENDI: BENE IL MINISTRO DELL’AMBIENTE SU DIVIETO IN AREE LIMITROFE.MA GOVERNO E REGIONI SI ATTIVINO PER SOSPENDERE LE PREAPERTURE NELLE REGIONI COLPITE. ANIMALISTI ITALIANI, ENPA, LAC, LAV, LEGAMBIENTE, LIPU E WWF SCRIVONO AL MINISTRO LANZILLOTTA. “FAUNA IN GRAVE DIFFICOLTA’. SERVONO TUTELE SPECIALI”.

29/08/2007

Per la Sicilia e la Campania chiesta una moratoria della caccia e una valutazione dei danni causati al patrimonio naturalistico. “Sospensione delle preaperture nelle regioni maggiormente colpite dagli incendi come Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, divieto di caccia per tutta la stagione venatoria nelle aree limitrofe alle zone colpite, nonché moratoria della caccia nelle regioni più danneggiate quali Sicilia e Campania”. Lo chiedono, Animalisti italiani, ENPA, LAV, LAC, Legambiente, LIPU e WWF in una lettera inviata oggi al ministro per gli Affari regionali Lidia Lanzillotta. Nella lettera le associazioni chiedono un intervento urgente che inviti le regioni interessate dagli incendi a sospendere le preaperture della stagione venatoria, in programma da sabato 1° settembre. “La situazione, ad ormai poche ore dalla preapertura della caccia, è tuttora di piena emergenza– scrivono le associazioni - con incendi ancora in atto in varie regioni italiane. In tale contesto, già difficilissimo dal punto di vista operativo e che fa apparire francamente inopportuna la preapertura della caccia, va inoltre considerata la drammatica situazione in cui viene a trovarsi molta della fauna selvatica del nostro Paese. La caccia – proseguono Animalisti italiani, ENPA, LAV, LAC, Legambiente, LIPU e WWF - colpirebbe alcune specie migratorie già in grave difficoltà nel reperire il cibo, in particolare dove gli incendi hanno distrutto zone caratterizzate da boschi e macchia mediterranea. Il blocco delle preaperture appare dunque un provvedimento doveroso, ragionevole e altamente responsabile”. Le associazioni plaudono inoltre l’intervento del Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio sul divieto di caccia nelle aree limitrofe a quelle percorse dal fuoco, chiedendo alle regioni, per tramite del Ministro Lanzillotta, di estendere a queste aree, per l’intera stagione venatoria, il divieto di caccia previsto dalla legge 353 del 2000. <>. Ci sono infine almeno due situazioni regionali di particolare gravità, quali quelle della Sicilia e della Campania. Animalisti Italiani, ENPA, LAC, LAV, Legambiente, LIPU e WWF chiedono <>.



Ufficio stampa LIPU Birdlife Italia
ufficiostampa@lipu.it
www.lipu.it
0521.1910706


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina