News, consultazione


CACCIA, LIPU: "NESSUNA DELEGA A FEDERCACCIA. APERTI AL CONFRONTO SOLO SE E' PER MIGLIORARE LA NORMATIVA. AL MINISTRO ZAIA: SI RIMEDI SUBITO ALLE PROCEDURE DI INFLAZIONE".

27/06/2008

"Nessuna delega di alcun tipo stata concessa dalla LIPU-BirdLife Italia alla Federcaccia in relazione all'incontro delle associazioni venatorie con il sottosegretario alle Politiche Agricole Antonio Buonfiglio". E' la precisazione della LIPU a un comunicato stampa della ANLC (Associazione Nazionale Libera Caccia) che ha erroneamente riportato tale notizia in merito alla riunione avvenuta ieri, 26 giugno, al Ministero delle Politiche Agricole. "All'incontro non siamo stati in alcun modo invitati - specifica Danilo Selvaggi, responsabile Rapporti istituzionali LIPU-BirdLife Italia - avendo peraltro appreso della sua esistenza per mera via indiretta. Al Presidente della Federcaccia Franco Timo, che ci ha cortesemente contattati, abbiamo segnalato il sicuro interesse della LIPU ad aprire il confronto su come migliorare la normativa italiana in tema di conservazione della natura, ma nella misura in cui tale confronto avvenga con il coinvolgimento delle parti interessate, il riferimento pieno al quadro normativo comunitario e l?obiettivo di una migliore politica di tutela e gestione. "Tale segnale di interesse, generale e programmatico" prosegue Selvaggi - "niente ha a che vedere con forme di delega che non ci sono state e, a onor del vero, non sono state richieste". "Al di l di questo non simpatico equivoco - continua Selvaggi - resta il tema centrale di quali siano le vere intenzioni del Governo in merito alle politiche di conservazione della natura in Italia, alle quali oggi indispensabile dare un impulso ancora maggiore, a cominciare dalle risposte a quelle procedure di infrazione che, in tema di caccia e altri aspetti, ancora giacciono in buona parte inevase. "In tale senso " aggiunge Selvaggi - ci rivolgiamo al Ministro Zaia, che proprio in queste ore tornato a parlare di caccia allo storno: si diano risposte esaurienti a quelle procedure di infrazione naturalistiche, molte delle quali proprio in tema di eccesso di attivit venatoria, che da troppo tempo attendono sui tavoli della Commissione europea. E' cos " conclude - con il rispetto pieno del quadro comunitario, che la normativa italiana sulla conservazione della natura e un territorio pi correttamente tutelato potr migliorare sul serio".



LIPU
andrea.mazza@lipu.it
www.lipu.it


  Galleria di immagini principale   Vai alla Home page   Torna in cima alla pagina